Racconti plebei - FemDom il Regno

 

Racconti plebei

Sezione racconti da sfruttare con tanta fantasia e un pizzico di pepe !!
in SUA attesa.

in SUA attesa.

Sono da più di due ore in attesa della padrona, tenuto in ginocchio,con la testa chinata a terra e le mani appoggiate sulle spalle. Completamente nudo, salvo per la mia gabbia di metallo, che chiude il mio cazzo da ormai più di un mese. La padrona entra e io devo resistere alla tentazione di voltarmi. Chiude la porta e viene dietro di me. E io mi sento fragile e vulnerabile, esposto così, al suo volore e al suo sguardo. Con la punta della scarpa mi tocca i testicoli e io ho un piccolo sobbalzo di piacer......

Leggi tutto
l'annuncio

l'annuncio

Ho letto l'annuncio in un sito femdom, in una sezione apposita, dove le signore fanno richiesta per lavori domestici e gli uomini si mettevano a disposizione come falegnami, domestici, tassisti. e altri servizi pratici e manuali. Così ho risposto ad un annuncio per un servizio di giardinaggio, che in parte è anche il mio lavoro. Arrivo con il mio furgone alle nove di un sabato mattina, concordando precedentemente con la signora di passare l'intera giornata a casa sua, per dedicarmi al servizio da lei rich......

Leggi tutto
Usare la forza

Usare la forza

Usare la forza… (prima parte) Quella sera, alla fermata del 17 Paolo si sentiva distrutto, dopo una giornata passata in quel maledetto centralino, quelle due ore passate in palestra gli facevano sentire ogni muscolo e ogni articolazione, ogni movimento era doloroso ed anche star fermo non migliorava la situazione. Ma chi glielo aveva fatto fare d'iscriversi in quella palestra di MMA (arti marziali miste), popolata da nerboruti trogloditi. Mentre aspettava quell’autobus che era sempre in ritardo, gli......

Leggi tutto
Ciotola 1

Ciotola 1

Sto salendo verso l’eremo, è una giornata d’autunno che somiglia alla prima primavera. L’aria è umida, il cielo è adornato di nubi in movimento e per questo è ancor piu’ bello, il terreno su cui si posano i miei piedi è scivoloso, ogni passo e’ faticoso, ma io ho scelto questo percorso. Mentre cammino penso al nostro primo incontro… Di malavoglia ero andato a quel convegno sull’Euroregione adriatico-ionica, sapevo che sarebbe stata una palla infernale, ma dovevo incontrare Jozo Maletic ch......

Leggi tutto
Un'ora

Un'ora

Ho mandato il messaggio, sono sceso dall'automobile e sono andato sotto casa sua, dando le spalle al portone, come lei mi ha ordinato di fare.Sento i suoi passi e poi la sua voce che mi ordina di voltarmi. E' bellissima, vestita in modo così naturale.Mi porge la mano, la prendo dolcemente e gli do un bacio appena accennato, senza poggiare le labbra , così come mi è stato insegnato ad un corso di bon ton, che la signora mi ha ordinato di frequentare, perchè io fossi degno di mostrarmi a lei per la prima ......

Leggi tutto

Rimpatriata

Accidenti, mi sono fatto incastrare… non vado mai su facebook e proprio ieri, non so per quale motivo ci sono passato e ho visto il messaggio di Arturo, chissa’ come ha fatto a rintracciarmi. Arturo è un mio compagno di Liceo, gli è venuta in mente l’idea balzana di riunire la vecchia quinta C del nostro liceo quarant’anni dopo… e come uno scemo gli ho dato la mia disponibilità… ma chissenefrega di quelli là… poi vivo ormai da 25 anni a 100 chilometri di distanza... L’appuntamento è per......

Leggi tutto

Ordine

Desto mettere in ordine, mi trovo bene nel mio disordine e poi riesco pure a trovare tutto… Eppure ogni tanto devo farlo, il mio ordine sparso dopo un po’, rischia di prendere il sopravvento e di diventare lui il protagonista principale, ed io devo affermare la mia supremazia, così riordino. Così oggi ho cominciato a catalogare, a mettere insieme appunti e documenti per argomenti, a suddividere in ordine cronologico le piu' varie scartoffie e a buttare ciò che non ha più senso. Poi... ecco quella fo......

Leggi tutto

Il mirto e la rosa

Sto leggendo a voce alta per la Signora, mi piace leggere per Lei. Quando lo faccio, mi sembra di comprendere meglio ciò che leggo, le immagini che vengono proposte dagli autori mi appaiono più nitide e chiare. La brezza che entra dalle finestre a quest’ora della sera muove le tende e crea un’atmosfera quasi irreale, mi sembra di essere in un sogno, in un bel sogno. La mia Padrona è comodamente seduta in poltrona, tiene le sue belle gambe elegantemente accavallate mentre mi ascolta. A dire la verit......

Leggi tutto
Una nuova dimensione

Una nuova dimensione

Accidenti, questo maledetto tubo non si svita, sono qui rannicchiato sotto questo lavandino da almeno 20 minuti, e non c'è verso di svitare questo reperto d'antiquariato sanitario. Saranno almeno 50 anni che nessuno lo ha svitato, le gocce d'acqua di decenni si sono incrostate come stalagmiti e hanno reso i due tubi ed il giunto un corpo unico. Mi gira la testa, stare qui sotto a carponi non mi fa circolare il sangue ed il caldo soffocante non mi fa traspirare. Mentre osservo dal basso questa maledetta tu......

Leggi tutto
La sua rivincita

La sua rivincita

Eccola lì, Emanuela, bella, alta, bionda e un carattere molto dolce. Dall'ultima volta che ci siamo visti sono passati dodici anni. Lo ricordo bene perchè quella è stata l'ultima vacanza che ho trascorso con i mie genitori: i mie e i genitori di Emanuela sono amici di vecchia data e passano tutti gli anni le ferie insieme, a Riccione. Per festeggiare quell'ultima sera di vacanza io ed Emanuela ci unimmo ai partecipanti al grande falò, organizzato sulla spiaggia e quando rientrammo a casa eravamo tutti e......

Leggi tutto

Archivi per anno