Racconti plebei - FemDom il Regno

 

Racconti plebei

Sezione racconti da sfruttare con tanta fantasia e un pizzico di pepe !!
Una serata diversa

Una serata diversa

Circa due anni fa io e mio marito decidemmo di dare un pò di novità al nostro apatico matrimonio, con una vacanza in Romagna e in un giorno di pioggia sostituimmo la spiaggia con un poco di shopping. Passeggiando per la via, tra le tante vetrine notammo un negozio di sexy shop ed entrammo. Non ero mai stata prima in un sex shop e vidi tanti oggetti esposti che nemmeno conoscevo. Notai che invece mio marito aveva le idee molto più chiare di me e sembrava molto attratto da video ed oggetti sadomaso. Uscim......

Leggi tutto
pronto per la padrona.

pronto per la padrona.

La padrona ordina di spogliarsi completamente e di inginocchiarsi su una ampia panca. Garantendo un' esposizione completa delle parti intime del ragazzo e allo stesso tempo una eccellente penetrazione del clistere.Prende una sedia e la posiziona alle spalle del ragazzo e con calma inizia a lubrificare le mani guantate e inserisce le dita nella fessura tra i glutei e dopo varie passateo, su e giù per l intera lunghezza, lo penetra con l'indice. Qualche minuto di attesa, mantenendo il dito dentro e poi con ......

Leggi tutto
 la consapevolezza del mio essere

la consapevolezza del mio essere

Mi trovo davanti alla sua porta, cercando il coraggio di premere su quel campanello, che segna la linea di confine tra il sogno e la realtà. Quando vedo aprire la porta. E' bellissima, mi guardava immobile come se mi stesse leggendo dentro. MI invita ad entrare, e mi indica con il braccio dove dirigermi e mi conduce in una stanza , con le pareti tinte di rosso, dove l'unico oggetto di arredamento e un grande letto tondo, coperto con lenzuola di seta nere. In terra una fila di fruste, frusini e spank. Al ......

Leggi tutto
la praticante (parte seconda)

la praticante (parte seconda)

"Eccolo" dice entusiasta la voce, dopo aver cercato insistentemente dentro una grossa borsa di pelle marrone, tornando verso di me con un tubo di metallo ricurvo, una specie di grossa sonda, che collega a una pompa, posizionata vicino al lettino. Il mio ano lubrificato, preparato a ricevere oggetti anche più grandi, riceve bene il grosso tibo metallico. E poco dopo il mio ventre viene invaso da un fiotto di acqua che lentamente inizia a lavarmi dentro. L'infernale attrezzo che mi è stato inserito nel cul......

Leggi tutto
la praticante (parte prima)

la praticante (parte prima)

Mi chiama quando le va. Quando ha bisogno dei mie servizi, o vuole divertirsi umiliandomi. Posso ricevere la sua chiamata una volta a settimana, o più volte. Questa volta è passato un mese e la signora non mi ha chiamato. Io mando comunque il mio buongiorno e la buonanotte, con regolarità. Con il resoconto della mia giornata, dimostrandole che pur non vedendola, rispetto le sue regole, sempre! Anche se non ricevo un segnale da lei, da più di un mese. Poi, questa sera, d'improvviso, finalmente un suo me......

Leggi tutto
in SUA attesa.

in SUA attesa.

Sono da più di due ore in attesa della padrona, tenuto in ginocchio,con la testa chinata a terra e le mani appoggiate sulle spalle. Completamente nudo, salvo per la mia gabbia di metallo, che chiude il mio cazzo da ormai più di un mese. La padrona entra e io devo resistere alla tentazione di voltarmi. Chiude la porta e viene dietro di me. E io mi sento fragile e vulnerabile, esposto così, al suo volore e al suo sguardo. Con la punta della scarpa mi tocca i testicoli e io ho un piccolo sobbalzo di piacer......

Leggi tutto
l'annuncio

l'annuncio

Ho letto l'annuncio in un sito femdom, in una sezione apposita, dove le signore fanno richiesta per lavori domestici e gli uomini si mettevano a disposizione come falegnami, domestici, tassisti. e altri servizi pratici e manuali. Così ho risposto ad un annuncio per un servizio di giardinaggio, che in parte è anche il mio lavoro. Arrivo con il mio furgone alle nove di un sabato mattina, concordando precedentemente con la signora di passare l'intera giornata a casa sua, per dedicarmi al servizio da lei rich......

Leggi tutto
Usare la forza

Usare la forza

Usare la forza… (prima parte) Quella sera, alla fermata del 17 Paolo si sentiva distrutto, dopo una giornata passata in quel maledetto centralino, quelle due ore passate in palestra gli facevano sentire ogni muscolo e ogni articolazione, ogni movimento era doloroso ed anche star fermo non migliorava la situazione. Ma chi glielo aveva fatto fare d'iscriversi in quella palestra di MMA (arti marziali miste), popolata da nerboruti trogloditi. Mentre aspettava quell’autobus che era sempre in ritardo, gli......

Leggi tutto
Ciotola 1

Ciotola 1

Sto salendo verso l’eremo, è una giornata d’autunno che somiglia alla prima primavera. L’aria è umida, il cielo è adornato di nubi in movimento e per questo è ancor piu’ bello, il terreno su cui si posano i miei piedi è scivoloso, ogni passo e’ faticoso, ma io ho scelto questo percorso. Mentre cammino penso al nostro primo incontro… Di malavoglia ero andato a quel convegno sull’Euroregione adriatico-ionica, sapevo che sarebbe stata una palla infernale, ma dovevo incontrare Jozo Maletic ch......

Leggi tutto
Un'ora

Un'ora

Ho mandato il messaggio, sono sceso dall'automobile e sono andato sotto casa sua, dando le spalle al portone, come lei mi ha ordinato di fare.Sento i suoi passi e poi la sua voce che mi ordina di voltarmi. E' bellissima, vestita in modo così naturale.Mi porge la mano, la prendo dolcemente e gli do un bacio appena accennato, senza poggiare le labbra , così come mi è stato insegnato ad un corso di bon ton, che la signora mi ha ordinato di frequentare, perchè io fossi degno di mostrarmi a lei per la prima ......

Leggi tutto

Archivi per anno