Racconti plebei - FemDom il Regno

 

Racconti plebei (2011)

Sezione racconti da sfruttare con tanta fantasia e un pizzico di pepe !!

SOGNO

SOGNO Sto dormendo. Entra nella mia camera da letto una signora che mi sveglia e mi ordina di spogliarmi completamente, di scendere dal letto e di inginocchiarmi davanti a lei. Mi chiede se sono disposto a servirla e io accetto. La signora mi lega i polsi dietro la schiena e con la stessa corda mi blocca le caviglie. Sono praticamente immobilizzato in quella posizione, in ginocchio davanti alla signora che comincia a spogliarsi. Rimane completamente nuda e mi mostra la splendida figa, all’altezza dei miei......

Leggi tutto

Candy_Killer-19F-(Parece Que) Sadomasoquista

Candy è troppo giovane. E' uscita pochi mesi fa dal ghetto fatiscente del suo portazo all'estrema periferia di Quito.Abita ora in un palazzina semi-signorile della "zona centràl": calle Tegucigalpa, sectòr Miraflores: il nuovo-vecchio barrio dietro al "casco colonial",il vecchio centro coloniale.Alzi lo sguardo e le brume in alto si disvelano.Il barrio nuevo dai muretti scrostati e colorati è proprio sotto le colline del Rucu Pichincha. Il vecchio vulcano spento sulla capitale.Nei pressi il parco Julio ......

Leggi tutto

Le Amanti

Si erano conosciuti nell’ambiente Bad una festa, Lei si considerava una Femdom, il tipo gli era piaciuto ed aveva tutte le caratteristiche giuste…soldi compresi. Costui aveva accettato di vivere come suo schiavo, ma in una unione in cui tutto sommato anche lei era affettuosa anche se i ruoli dovevano essere rispettati, soprattutto a casa, mentre per lui era diverso perché si era perdutamente innamorato della sua Padrona. Ne avevano fatte tante insieme ma purtroppo quando si vive così, gli effetti co......

Leggi tutto

"LEGATO A LEI...."

CAPITOLO I Pensavo da giorni a questo momento… il momento in cui avrei potuto finalmente incontrare la mia Padrona… durante il percorso di avvicinamento al luogo dell’incontro non riuscivo a pensare ad altro che a come mi sarei comportato e quali potevano essere le Sue reazioni. Tra una svolta e l’altra arrivo al luogo dell’incontro con qualche minuto di anticipo. Attendo una decina di minuti e finalmente riconosco la mia Padrona tra la folla…la riconosco per il suo incedere da Regina in mezzo ......

Leggi tutto

Disturbi

Ti osservo, mentre rolli una canna e racconti a me, digiuno in materia, di femdom e bdsm. Sei a casa mia per la prima volta eppure sembri completamente a tuo agio. Sei a tuo agio nello star lì, seduta sul divano, a parlarmi; sei a tuo agio mentre osservi il mio muovermi impacciato senza farmelo notare; sei a tuo agio anche mentre accavalli con moto cinematografico la gamba destra sulla sinistra, lasciando poi dondolare il piede, lentamente.Indossi un paio di stivaletti neri col tacco basso, aperti davanti ......

Leggi tutto
LUNEDI'

LUNEDI'

Quel lunedi mattina, mi ero alzata prestissimo e arrivai con largo anticipo nei pressi dell'abitazione della Padrona. Ebbi cura di parcheggiare la mia auto ad alcune centinaia di metri dall'indirizzo che mi era stato dato, come ordinatomi da Lei nelle conversazioni in merito , dei giorni precedenti. Presi lo zaino con i miei effetti personali e mi avviai a piedi verso la casa. Mandai sms avvisando del mio arrivo. Dopo alcuni minuti mi arrivò la risposta: " Sei in anticipo, quindi fatti un giretto a piedi o......

Leggi tutto

LA SIGNORA

LA SIGNORA Ecco che mi ritrovo in viaggio Sono Alex carabiniere rientrato dalla Bosnia una guerra veramente inutile comunque soprassediamo. Sono in treno la mia ormai e una solitudine perversa alla ricerca di cosa chi mah , la cabina del treno e cosi vuota pero almeno posso rilassarmi Ma all’improvviso si spalanca la mia porta e una voce suadente dice E LIBERO io ancora assonnato un po confuso rispondo Sisignora rispondendo in gergo militaresco subito un sorriso pervade il suo viso lo vedo e mi sem......

Leggi tutto

(senza titolo)

LA SIGNORA Ecco che mi ritrovo in viaggio Sono Alex carabiniere rientrato dalla Bosnia una guerra veramente inutile comunque soprassediamo. Sono in treno la mia ormai e una solitudine perversa alla ricerca di cosa chi mah , la cabina del treno e cosi vuota pero almeno posso rilassarmi Ma all’improvviso si spalanca la mia porta e una voce suadente dice E LIBERO io ancora assonnato un po confuso rispondo Sisignora rispondendo in gergo militaresco subito un sorriso pervade il suo viso lo vedo e mi sem......

Leggi tutto

SEI DONNE IN NERO

Domenica fredda di Febbraio. Una forte tramontana, ha fatto seguito alla perturbazione proveniente dall'Atlantico. Il cielo è sereno, c'è vento. Non ho programmi, il mio amico M. non è disponibile oggi, così è saltata una sciata in montagna, che sta diventando ormai una piacevole consuetudine di queste domeniche invernali. Non ho voglia di stare al pc , nè tantomeno alla tv a vedere la mia famosa coetanea sempre più plastificata,che urla e si agita, mentre la Fiorentina incassa un'altra sconfitta. E ......

Leggi tutto

Archivi per anno