Racconti plebei - FemDom il Regno

 

Racconti plebei (2022)

Sezione racconti da sfruttare con tanta fantasia e un pizzico di pepe !!

Cose da sissy (racconto breve)

'Uuhh...come sei maldestra !'La Padrona si lascia sfuggire un lamento. 'Scusi,Signora' ,mentre spazzolavo i capelli della Padrona un nodo tra questi mi ha costretta a tirarglieli senza volerlo per poterlo sciogliere. 'Ma che cosa hai?' replica la Padrona'Stai più attenta o te lo faccio tagliare......' 'No ,Signora,la prego,certamente starò molto più attenta' 'A cosa stavi pensando?Al fidanzato?' 'No ,Padrona,non ho nessun fidanzato' rispondo,arrossendo visibilmente. 'Non è possibile che una bella frocet......

Leggi tutto

Il maschio da monta -3

Marco era a letto e come al solito, prima di dormire, faceva un volo pindarico ripensando alla sua vita e progettando il suo futuro. In effetti aveva poco da progettare per il futuro, sua Madre e sua Sorella avevano già scelto per lui: avrebbe continuato ad essere sballottato da una Donna all’altra, per la monta e poi, quando loro avrebbero ritenuto opportuno, si sarebbe sposato diventando il marito- schiavo di una bella Donna, proprio come suo padre e come tutti gli uomini che conosceva. Già, suo padre......

Leggi tutto

La terrificante estate

Bella stagione l’estate, al solo nominarla è in grado di far venire il sorriso a tutti gli appassionati di estremità femminili che, senza nulla togliere a stivali e scarpe chiuse anch’esse ricche di fascino, adesso possono ammirare al meglio la parte anatomica che più solletica le loro fantasie. Era pressappoco la fine di maggio quando accadde l’insolito fatto. Le giornate si erano fatte belle e calde, di quelle che mettono voglia di stare in giro all’aria aperta, scoprirsi e sentire il sole su......

Leggi tutto

Il curioso caso del signor. Mattei

Erano all’incirca le 8:15 del mattino quando il signor Sandro Mattei si svegliò con una strana sensazione addosso. Si sentiva rigido, non riusciva né a vedere né a sentire nulla eppure era certo di essere sveglio e che il sole fosse già sorto in una giornata priva di nubi. Sconcertato e impaurito cercò di rilassarsi pensando si trattasse di uno di quei fenomeni di paralisi notturna, detti anche paralisi del risveglio, di cui aveva letto di tanto in tanto su giornali e riviste. Sapendo che in questi ......

Leggi tutto

La cagna di Sam

Se lo era meritato quel premio si. La sua schiena ora poggiava a quel treppiede, di quelli in legno usati per gli ingrandimenti fotografici. Nudo, a gambe divaricate tenute ferme da due cavigliere in cuoio, agganciate ai due pali esterni, le mani dietro la schiena ammanettate al palo centrale. Il collare in cuoio ancora addosso e le pinzette a vite strette ai capezzoli. In camera non era solo. Le resistenze alle torture e alle prove umilianti subite nel pomeriggio, avevano convinto la Dea a concedergli il g......

Leggi tutto

L' umiliazione dello schiavo

La Padroncina era seduta sul divano. Si sorseggiava tranquillamente l'aperitivo preparato dallo schiavo. Davanti, a sinistra rispetto a Lei, sul tavolino, sopra il vassoio, noccioline, patatine, e altri stuzzichini precedentemente da lui disposti. Nella Sua mano destra il guinzaglio, accanto a Lei il frustino. Guardava quelle Sue belle scarpe nuove,un paio di sneakers nere con le borchie argentate .......ultimo modello, dono del Suo servo che era lì ai Suoi Piedi. Anzi ....sotto. Sì perchè quelle scarpe ......

Leggi tutto
Se telefonando....

Se telefonando....

'Ora ripeti con me.....',la voce calda,profonda e sensuale della Padrona mi arriva dalle spalle. Infatti pochi istanti prima mi aveva ordinato di mettermi a quattro zampe,nuda o meglio indossando solo il reggiseno di pizzo nero,ben imbottito dalle protesi in silicone,i collant,sotto i quali indossavo ormai costantemente la v -string (quella conchiglia di silicone che racchiude e contiene la virilità,riproducendo invece all'esterno la forma dell'anatomia intima femminile) e le decolletes con i tacchi alti.......

Leggi tutto

Archivi per anno