Racconti plebei - FemDom il Regno

 

Racconti plebei

Sezione racconti da sfruttare con tanta fantasia e un pizzico di pepe !!

L' umiliazione dello schiavo

La Padroncina era seduta sul divano. Si sorseggiava tranquillamente l'aperitivo preparato dallo schiavo. Davanti, a sinistra rispetto a Lei, sul tavolino, sopra il vassoio, noccioline, patatine, e altri stuzzichini precedentemente da lui disposti. Nella Sua mano destra il guinzaglio, accanto a Lei il frustino. Guardava quelle Sue belle scarpe nuove,un paio di sneakers nere con le borchie argentate .......ultimo modello, dono del Suo servo che era lì ai Suoi Piedi. Anzi ....sotto. Sì perchè quelle scarpe ......

Leggi tutto
Se telefonando....

Se telefonando....

'Ora ripeti con me.....',la voce calda,profonda e sensuale della Padrona mi arriva dalle spalle. Infatti pochi istanti prima mi aveva ordinato di mettermi a quattro zampe,nuda o meglio indossando solo il reggiseno di pizzo nero,ben imbottito dalle protesi in silicone,i collant,sotto i quali indossavo ormai costantemente la v -string (quella conchiglia di silicone che racchiude e contiene la virilità,riproducendo invece all'esterno la forma dell'anatomia intima femminile) e le decolletes con i tacchi alti.......

Leggi tutto

Il maschio da monta -2

L'esame del liquido seminale. Ore 8.30, dopo la colazione, il giovane Marco, accompagnato dalla Madre e dalla Sorella, si reca al laboratorio di analisi per il prelievo del liquido seminale per l'esame di rito da effettuare ogni 6 mesi. I maschi da monta, cresciuti dalle Donne della famiglia per la procreazione, vengono costantemente controllati per analizzare lo stato di salute del proprio liquido seminale. Il periodo di astinenza, normalmente, varia da 1 a 2 settimane, per cui Marco ha indossato la cintu......

Leggi tutto

Il maschio da monta

uona la sveglia, Marco si stiracchia ancora un pò nel letto girandosi lentamente per non farsi male con la cintura di castità che indossa ormai da una settimana in maniera continua. Sente la voce della madre e della sorella che discutono sull'organizzazione della giornata, già... è il giorno della monta: giorno in cui le donne della sua famiglia, sua madre e sua sorella, lo porteranno a casa della famiglia che ne ha fatto richiesta. E' un bel ragazzone di 20 anni, alto 1.80 m, muscoloso, occhi azzurri e......

Leggi tutto

Ritorno

Intorno a me c’è il buio, l’unica luce che vedo è una lama di luce che proviene da sotto la porta di ingresso. Il parquet e ´duro, le ginocchia cominciano a farmi male, la fronte invece e ‘più resistente non mi fa male sebbene sia sul pavimento da più di tre ore anche le braccia giunte dietro la schiena pensavo avrebbero ceduto. Sei uscita per aperitivo e cena intorno alle sette, il sole è tramontato e sono al buio da ore. Il mio sguardo è rivolto alla luce sotto la porta sperando nel Tuo rit......

Leggi tutto

Suo...

Alice era una Padrona matura, affascinante rigorosa ma con una dolcezza implicita che mi ricordava “la tua dolcezza è come il vento turbina e non appare” di Montale. Avevamo dialogato telefonicamente e telematicamente per settimane, il suo modo d’intendere la dominazione preciso, chiaro e coinvolgente mi prendeva la mente e non solo. Un giorno d’aprile, finalmente all’improvviso, arrivo’ la sua prima convocazione. Il messaggio diceva: “mi sono stancata delle tue chiacchiere, voglio vedere com......

Leggi tutto

IL CLUB DEI SOTTOMESSI

L' idea di Fabrizio, in tempi in cui internet ancora non si conosceva, era stata quella di trovare altri uomini simili, "colleghi" che vivevano in modo più o meno segreto la stessa Passione : il Femdom. Uomini che bramavano la possibilità di conoscere Donne dominanti, alla quali ubbidire e ai cui piedi strisciare, sperando magari di realizzare quello che allora sembrava davvero solo un sogno o una strana fantasia : trovare una Padrona alla quale sottomettersi. Tutto questo poteva sembrare bizzarro , ma lu......

Leggi tutto
Il primo impiego.

Il primo impiego.

Si spalancò la porta e apparve all'improvviso un uomo sulla quarantina, alto e snello. Elegante, sebbene non molto affascinante. -Buongiorno, Signorina.- disse. Notai che stava fissando le mie scarpe. -Buongiorno. Sono qui per l'annuncio di lavoro.- spiegai. L'uomo sorrise, raggiante. E mi invitò ad entrare nel suo ufficio. Un grande spazio, arredato con gusto ma poco personalizzato. Facendomi accomodare su una grossa poltrona imbottita in pelle nera. Dove trovai una posizione comoda , accavallando l......

Leggi tutto
Caffe' dolce amaro

Caffe' dolce amaro

Il locale è quasi pieno, ed io sono imbarazzato. A casa la padrona mi ha anticipato cosa avrebbe preteso da me durante la cena. Per fortuna la tovaglia è molto grande e arriva a coprire quasi interamente le nostre ginocchia. Guardandomi intorno, nella speranza che nessuno veda, calo la zip e tiro fuori il mio pene come mi è stato ordinato. _"Non mi basta schiavo, tira fuori tutto". Obbedisco, mi sbottono i pantaloni e li calo, solo quanto basta per far uscire tutto il pene e i testicoli. Nel frattempo......

Leggi tutto
Il mio Natale ( femdom)

Il mio Natale ( femdom)

Avevo deciso di essere buona, almeno a Natale e fare un regalo al mio schiavo Luigi. Nonostante abiti a molti chilometri da me, non ha mai perso occasione per incontrarmi. Ogni volta che ho bisogno di lui si organizza e corre da me.E anche questa volta, in questo giorno di Natale, alla mia ciamata, ha lasciato genitori e amici ed è corso da me, per servirmi in questo giorno di festa. Mi sono alzata presto questa mattina. Ho fatto un bagno rilassante e ho indossato un bellissimo completo, reggiseno e muta......

Leggi tutto

Archivi per anno