Racconti Regali - FemDom il Regno

 

Racconti Regali

Le padrone si raccontano. Emozione dal trono, testi e racconti padronali.

La saga del fatato lago Oesi (3^ parte) La pietra dell'Appartenenza

Reginacatena non si capacitava di quanto Le era accaduto, il maleficio della strega ragusea l’aveva resa brutta e sgradevole, ma ciò che più la colpiva era l’effetto del maleficio sul suo schiavo dire, reso incapace di reagire, di trovare la forza di carpire la pietra dell’Appartenenza al drago nemo ed in questo modo riportare Lei al suo splendore. Reginacatena con le sue copiose lacrime ingrossò il ruscello che circondava il castello, il frutto del suo pianto arrivò fino a sud del lago Oesi,......

Leggi tutto

La Mogliettina

Seta bianca a sfiorare i glutei. Una sorta di coperta di Linus spazio temporale. Un click nella sua testa. Sente la dolcezza montare lenta, la voglia di servirla satura ogni poro rendendolo un’unica estesa superficie recettiva al desiderio. Il desiderio di lei. E’ arrabbiata. Il malumore le offusca lo sguardo e le indurisce la mascella. Gira con forza eccessiva le pagine del libro. Il tono è brusco. Vibra di violenza repressa. Lui la osserva. Sente la rabbia fluire da lei e si fa carta assorbente. Vibr......

Leggi tutto

Guadagnarsi la fiducia

- Noia, noia e nulla piu', preferisco ascoltare la musica del fiume anziche' quelle loro suppliche monotone. - Capisco, Signora, capisco bene, d'altra parte son solo schiavi, come pretendere.... - Anche tu lo sei stato un tempo, cosa è cambiato da allora ? - Forse la Sua stima nei miei confronti, Signora, il Suo apprezzamento per i miei sforzi continui nel cercare di renderle piu' lieve la vita... - Piu' lieve la vita...gia'. Questo fai per me, mi alleggerisci la fatica di vivere..... La Signora si gira ve......

Leggi tutto

Quasi...per caso

Hai gli occhi abbassati , hai paura di incrociare il mio sguardo. Quel senso di naturale sottomissione a me ,in qualche modo ti mette a disagio. Non resisti a quell'impulso e sei in ginocchio di fronte a me...respiri profondamente...aspetti una mia parola... Ti allontano spingendoti delicatamente con il piede , rimango in silenzio...la tua frustrazione si percepisce chiaramente ...senti i miei passi che si dirigono verso la cucina...in ginocchio con lo sguardo rivolto al pavimento non osi muoverti. Il ricor......

Leggi tutto

La punizione di leopold

Lui era li , in ginocchio dietro la porta socchiusa, in attesa di un gesto , di un ordine della sua Padrona. Sentiva i suoi passi sicuri echeggiare nella stanza accanto. I suoi pensieri correvano veloci, il respiro si faceva pesante ad ogni piccolo rumore che sentiva. La Padrona lo aveva bendato per la prima volta.Non riusciva ad ammettere di aver paura, Lei era solita guardarlo negli occhi, in qualche modo il suo sguardo severo , lo rassicurava. Questa volta era diverso, poteva solo immaginare, i suoi sens......

Leggi tutto

La saga del fatato lago Oesi (seconda parte) Il maleficio

Nei giorni seguenti tra Reginacatena e dire calò il gelo, lui pretendeva di essere creduto anche se c'erano prove schiaccianti che lo condannavano, solo perché non sopporta le recriminazioni. Lei non cede, ovviamente non può farlo. Vorrebbe però agire d’astuzia ma lui non le darà il tempo. Dovete sapere che dire ha a cuore le sue carotine più della sua Padrona e i suoi interessi sono molto ampi, le coltivazioni si trovano nel Regno ma anche in stati piuttosto lontani. Effettivamente per lui è un......

Leggi tutto

Amore profondo

... prendo dalla borsa dei laccetti, sottili , neri e comincio a legare la base del tuo cazzo duro e voglioso ..." non dirmi che ti faccio male...ti sto solo stringendo le palle per non farti venire". Continuo a stringerle , stanno cambiando colore , la pelle diventa più sensibile ...non perdo di vista il tuo sguardo, vedo che hai paura ma ti fidi di me. Sei sdraiato sul letto, ti faccio allagare le gambe, hai sempre il cazzo duro e gonfio... non sai cosa aspettarti , non sai ancora quali giocattoli nascon......

Leggi tutto

L'erede

Rossa. Aggraziata e violenta. Leggera e inesorabile. L’intreccio della pelle ad evocare ricami di sangue. L’aspettava in una custodia di velluto nero. Il librario l’aveva custodita attraverso il tempo. E ora era pronto a farne dono a colui che aveva scelto, ne avrebbe fatto buon uso. L’avrebbe consegnata nelle mani di Lei. Si le sue facoltà lo stavano abbandonando, il dono era appannato come i suoi occhi ma il libraio sapeva che Lei era già nella vita dell’uomo. Sentiva che la Signora aveva rest......

Leggi tutto

La saga del fatato lago Oesi (prima parte)

Il fatato lago Oesi, si trova al centro del Regno, terra delle Donne Dominanti. E’ popolato da una colonia di cigni reali, le femmine cigno sono regali, bianchissime. I maschi si riconoscono dal piumaggio rimasto grigiastro, in quanto non riescono a staccarsi dalla loro infanzia… I brutti anatroccoli insomma… Reginacatena, Domina dallo sfarzoso intelletto, (così la definiva il suo schiavo dire all’inizio, ma all’inizio eh, ora non più….), ama segregare il suo schiavo nella cella in cima alla......

Leggi tutto
Lunghi anni d'amore

Lunghi anni d'amore

Madame Claire era ancora in studio; stava controllando cosa si era portata da casa per cambiarsi quando squillò il telefono. Era il suo schiavo che si informava circa l'orario del suo rientro per servire la cena . Vincent. Il suo fidato e amato schiavo da tanti anni, lunghi anni d'amore , di passione; avevano raggiunto insieme altissimi picchi ed erano precipitati , sempre insieme, in profondissimi abissi. Lei e lui, lui e lei, padrona e schiavo, schiavo e padrona uniti dall'amore e da qualcos......

Leggi tutto

Archivi per anno