Racconti Regali - FemDom il Regno

 

Racconti Regali (2009)

Le padrone si raccontano. Emozione dal trono, testi e racconti padronali.

La cucciola

Ti vedo entrare nella mia camera, con lo sguardo basso, un tantino titubante, forse paura ed indecisione o forse solo timidezza.Con un sottofondo musicale soft, ti chiedo di spogliarti, lentamente, come se dovessi fare uno spogliarello, sensuale, conturbante.Sei molto carina, mi piace quel tuo modo di muoverti, sinuosa ed ancheggiante, lentamente togli la gonna mostrandomi le tue superbe gambe, ti sorrido invitandoti a continuare.Mi guardi, non più perplessa, continui a muoverti ritmicamente, sai di piacer......

Leggi tutto

calpestami

Premesso che questa è una riscrittura perchè al posto di salvarlo il sito l'ha cancellato...Gli aveva parlato di quegli stivali di plastica lucida, ma non glieli aveva mai mostrati, più per smemoratezza che per malizia. Quando quel giorno mettendo a posto lui li aveva visti nell'angolo lei stava spazzando di là e si era vista danvanti lui con lo sguardo scintillante "me li fai vedere, li provi?". Aveva sorriso e declinato, dicendo di essere stanca e che bisognava finire di sistemare, ma più che altro n......

Leggi tutto

Le sette giornate di Aalesund - parte terza

Mi trovavo al quinto giorno di quella che oramai stentavo sempre più a chiamare prigionia. Quell’esperienza sarebbe volta presto al suo compimento. La risposta che avrei dato ad Aslaug era ben lungi dall’essersi prospettata. Purtroppo. Per fortuna. Non s’era nemmeno adoperata per legarmi nuovamente le mani. Era perfettamente conscia, anche più di me, del fatto che i nodi che mi cingevano a lei erano diventati altri. L’attendevo in piedi, a qualche passo dalla catenella della luce. Quei pochi cen......

Leggi tutto

In tram verso la libreria - episodio 7

IN TRAM - episodio 7Il mantello amico della notte l'avvolgeva nel suo freddo stellato. Il rumore dei suoi tacchi sull'acciottolato di quella stretta via del centro riempiva il silenzio del ritmo dei suoi pensieri. Era sola. Condizione che conosceva bene e, che amava in fondo. Del resto doveva fare una scelta. Una scelta che avrebbe cambiato le cose. Spostato gli equilibri. E doveva farla prima che l'alba arrivasse a scacciare le ombre che amava. Conosceva la direzione. Aveva valutato le conseguenze. Lo avre......

Leggi tutto

Archivi per anno